• upcristoacquaviva

Breguzzo, Chiesa di S. Andrea Apostolo - Affreschi di Adolfo Mattielli - iI Giudizio Universale

Aggiornato il: 16 nov 2019

Perché la pittura di Adolfo Mattielli è una poesia (*)


...quando egli affrescherà gli oltre cento metri quadrati della contro facciata dell’imponente Giudizio Universale della Chiesa Parrocchiale di Breguzzo, negli Anni Quaranta, dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, attraverso un tema così forte, si respira tutta la sua poesia.



Nel 1946 gli abitanti di Breguzzo vollero ringraziare il Signore per la fine della guerra e commissionarono l’incarico al pittore soavese; egli dipinse le pareti che sin dall'anno della consacrazione della chiesa, nel 1867, erano rimaste spoglie: Davide, Mosè, San Gerolamo, Sant'Agostino, Isaia, Geremia, Sant'Ambrogio e San Gregorio sui tondi lungo la volta della navata centrale, la storia di Sant'Andrea sull'abside con l’Episodio di Emmaus, il Melchisedek, la Predicazione di Sant'Andrea ed il Martirio di Sant'Andrea e, sulla volta, i Quattro Evangelisti. Sulla parete di destra, sopra il battistero della chiesa, egli dedicò un trittico a San Giovanni il Battista.

Nel maestoso e solenne Giudizio Universale, originale per come appare allo spettatore non appena quest’ultimo volge lo sguardo oltre le sue spalle, si esplica il senso della vita, le nostre scelte e le nostre azioni che saranno le stesse con cui un giorno saremmo ineluttabilmente giudicati; le anime accolte dal Padre attraverso Gesù oppure condannate agli inferi. Nell'affrontare questo tema, il Mattielli riassume la sua poetica coloristica: calma, soave da una parte, una promessa di luce avvolgente e nitida per coloro che salgono al Padre, il vecchio e la madre con il bambino in primo piano condotti dagli angeli immacolati, a sinistra; e profonda, impetuosa, dall'altra, verso il fondo a destra, sul rosso di lampi e fiamme ed il grigio del fumo, circoscritta alla terribilmente ironica figura in basso a destra di un Belzebù impegnato a scegliere chi tra i dannati portarsi via per primo.



…è importante ricordare il passaggio di questo artista a Breguzzo. Il Giudizio Universale del Mattielli colpirà per forza e potenza, per segno e per colore, e per lo schema compositivo: il Cristo posto al centro di un cielo mattielliano immacolato, sovrano e giudice, ammorbidito dal dolce susseguirsi delle intatte nuvole; i colori accesi e le linee nette che invece, nella parte più vicina allo spettatore, sottolineano i sentimenti di tormento e disperazione di chi è perduto trovando punto di congiunzione nella figura in picchiata di Belzebù.

Questo è un dipinto che non può e non deve lasciare indifferenti. Questo è un dipinto che merita di essere visto, un’occasione per ammirare e condividere questo artista virtuoso solitario, profondo e sensibile.


(*) tratto da testo di Valentina Menini, ripreso e pubblicato alla pagina web Breguzzo – Parrocchia di S. Andrea Apostolo

74 visualizzazioni
RECAPITO POSTALE

Piazza Franceschetti, 1

frazione Roncone

38087 SELLA GIUDICARIE (TN)

Italy

 

upcristoacquaviva@gmail.com

ISCRIZIONE ALLE NOSTRE NEWS
  • Grey Facebook Icon
  • Grey Google+ Icon
  • WhatsApp_04

Contributi ricevuti da parte della Pubblica Amministrazione

Ai sensi della legge n.124 del 04/08/2017

Notiziario CC2020P (copertina).png

NOTIZIARIO PERIODICO

N. 23

Anno 11

Pasqua 2020